Chi siamo

La Commissione popolare per la legge sui beni comuni è un percorso aperto partito da persone impegnate in percorsi collettivi, esperienze associative e gruppi di ricerca che si occupano di promuovere, nelle istituzioni e nelle comunità, la cultura e la pratica quotidiana della cura dei beni comuni. Convint* della necessità di contribuire attivamente alla costruzione delle fondamenta per il riconoscimento giuridico di queste esperienze, abbiamo contribuito alla scrittura di regolamenti per la cura e gestione condivisa, delibere sugli “usi civici e collettivi urbani” e rurali, al riconoscimento di beni comuni immateriali, abbiamo partecipato a numerosi procedimenti giudiziari, pubblicato libri e prodotto studi e ricerche che hanno contribuito alla costruzione collettiva di conoscenze e a difendere e sostenere commoners, comunità di abitanti e cittadinanza attiva in tutto il paese, e anche all’estero.

La Commissione popolare ha l’obiettivo di elaborare collettivamente e proporre al Parlamento una proposta di legge sui beni comuni, partendo da una discussione pubblica, condivisa e plurale su tutte le proposte e i disegni di legge già presentati in Parlamento sui beni comuni, per produrre un testo coordinato di legge sui beni comuni, una proposta che rifletta i metodi del commoning e le “pratiche di cura” e cooperazione che negli anni hanno reso possibili la vita e l’esistenza dei beni comuni e del “comune” – un’elaborazione legislativa autorevole proprio in quanto capace di consentire l’interazione tra saperi tecnici e interdisciplinari, pratici ed esperienziali, relazionali ed ecologici, politici ed emotivi che in questi anni hanno costruito i tasselli del mosaico dei beni comuni.