2° incontro della Commissione Popolare per la legge nazionale sui beni comuni – Bologna 19/6/2021 ore 15.30 e in streaming

Secondo incontro della Commissione Popolare per la legge nazionale sui Beni Comuni. Bologna, 1Mercato sonato 19 giugno, ore 15.30. Via Giuseppe Tartini, 3


I lavori avranno lo scopo di sistematizzare la lettura sinottica dei testi di legge a partire dai temi emersi nell’ultimo incontro, anche alla luce del laboratorio partecipato che si terrà di mattina (a cui vi invitiamo pertanto, se potete, a partecipare. In basso maggiori info).

In particolare, i lavori proveranno a problematizzare il significato di pubblico e privato, nonché interrogarsi sullo spazio normativo di proprietà, uso, gestione nelle proposte in discussione, allo scopo di arrivare a condividere punti comuni e punti di differenza.
Ricordiamo che il percorso sarà aperto a tecnic* e non, e avremo cura di inviarvi i materiali necessari per consentire a chi lo vorrà di prendere parte più facilmente ai lavori.

Per prendere parte all’incontro è necessario compilare il seguente modulo entro il 16 giugno: https://framaforms.org/incontro-commissione-beni-comuni….
Il link per la partecipazione all’incontro online e il programma definitivo saranno forniti a breve alle persone iscritte.

Inoltre, stiamo organizzando una riunione con il gruppo facilitazione e il gruppo istruttoria della Commissione per disegnare l’incontro. Se vuoi prendervi parte, puoi compilare questo sondaggio entro il 14 giugno per scegliere la data: https://framadate.org/r2XRnTQXzKcaoozu

La logistica e l’organizzazione dei lavori della Commissione sono supportati dal percorso di formazione “Costruire Beni Comuni”, organizzato da Margherita Romanelli e dall’associazione WeWorld – che ringraziamo – nell’ambito del progetto Shaping Fair Cities cofinanziato dall’Unione Europea di cui la Regione Emilia-Romagna è leader.

Tutt* i e le partecipanti ai lavori della Commissione che saranno presenti a Bologna sono invitat*, quindi, a prendere parte anche ai laboratori del percorso di formazione che avranno luogo la mattina e il primo pomeriggio nella stessa data del 19 giugno.

I laboratori consentiranno di approfondire i concetti di proprietà, uso e gestione dei “beni comuni necessari” e dei “beni comuni emergenti”, i cui esiti saranno poi condivisi il pomeriggio alle 14,30, subito prima l’apertura dei lavori della Commissione.

Per maggiori informazioni sui laboratori di “Costruire Beni Comuni”, di seguito il programma:
10,45 -13,30 (in presenza) – Percorso di formazione “Costruire Beni Comuni”
a cura di Giuseppe Micciarelli, coordinatore scientifico del corso.

Dopo una breve lezione introduttiva ci divideremo in gruppi per un lavoro laboratoriale, che ci consentirà di approfondire i concetti di proprietà, uso e gestione dei “beni comuni necessari” e dei “beni comuni emergenti”. Invitiamo i e le partecipanti della Commissione, se vogliono, non solo a partecipare, ma anche a dare una mano, a svolgere il ruolo di co-facilitatori nella simulazione che coordinerà Giuseppe (col metodo didattico dell’uso creativo del diritto e della radical imagination).

13.30-14.30 – Pausa Pranzo

14,30-15,30 (in presenza ed on-line) – Restituzione del laboratorio
In questa fase, alla luce del confronto tra i gruppi, approfondiremo i concetti di pubblico, privato e comune, provando a comprendere come e perché la partecipazione e i diritti di uso e godimento siano parte essenziale e qualificante (come, in che senso e attraverso quale gradazione) della definizione giuridico-politica dei beni comuni.

1° incontro Commissione

Il primo appuntamento della Commissione sarà martedì 8 giugno 2021 alle ore 18.00, in forma digitale.
Per partecipare, scrivere a: info@commissionepopolarebenicomuni.it

Costruiamo la Commissione come uno spazio comune per le riflessioni teoriche e le pratiche che in questi anni hanno composto i tasselli dell’intelligenza collettiva dei beni comuni: invitiamo esperti/e nei campi come quelli giuridici, filosofici, economici, urbanistici, politologici, sociologici e antropologici nonché della politica e dell’attivismo sociale, rifiutando come unici criteri di selezione i titoli accademici, le qualifiche ANVUR, le affinità politico-elettorali.Le organizzazioni, comunità e singoli impegnati sul fronte dello studio e difesa dei beni comuni – che sono alla base dell’uguaglianza sostanziale e del soddisfacimento dei diritti fondamentali intesi in senso ampio, inclusi quelli civili, politici e sociali – possono aderire all’appello compilando l’apposito form alla pagina:https://www.commissionepopolarebenicomuni.it/modulo-adesionePer ora, condividiamo qui alcuni materiali di lavoro (https://www.commissionepopolarebenicomuni.it/materiali…/) che sono stati utili al nostro ragionamento, sperando che sia solo un punto di partenza per l’arricchimento del nostro repertorio di pratiche e conoscenze. E un vademecum sulla gestione delle assemblee.—-

Programma dell’incontro18.00 -18.15

Saluti e presentazione della Commissione (Maria Francesca De Tullio e Fabio Giglioni)

18.15-18.30 – Stato dell’arte sul regime attuale dei beni e sul dibattito parlamentare in merito alle proposte di legge sui beni comuni (Daniela Festa e Giuseppe Libutti)

18.30-19.00 – Discussione sui nodi essenziali del dibattito

19.00-20.00 – Discussione sull’organizzazione e sulle modalità di lavoro della Commissione

Sono previsti anche incontri pubblici in presenza in tre città, da cui poi ci si connetterà collettivamente all’incontro online:- BARI: Bread&Roses spazio di mutuo soccorso, via Giovanni Amendola 182/A- MILANO: Macao, viale Molise 68- VENEZIA: Poveglia per tutti, saletta della trattoria alla Palanca della GiudeccaAuspichiamo che altre città si aggiungano per i prossimi incontri!